Come migliorare la sostenibilità del proprio ufficio

ufficio

Da qualche mese a questa parte, è cambiato profondamente il concetto di lavoro. C’è chi ha iniziato a lavorare da casa e chi, invece, una volta terminate le misure di lockdown ha scelto di affittare una postazione in coworking. Il concetto di ufficio è cambiato radicalmente. Tra i mutamenti che si sono accentuati è possibile citare la maggiore attenzione alla sostenibilità. Nelle prossime righe, abbiamo stilato alcuni consigli dedicati a chi, come te, vuole organizzare il proprio spazio di lavoro migliorandone l’impatto ambientale.

Scegli dei contenitori creativi per la raccolta differenziata

Dalla raccolta differenziata non si scappa: da diverso tempo – e per fortuna – questo approccio allo smaltimento dei rifiuti è parte integrante della quotidianità di tantissime persone e aziende. Per rendere la sua gestione più semplice, una buona idea può essere quella di acquistare contenitori creativi.

Negli ultimi anni, i designer si sono letteralmente scatenati nella creazione di vere e proprie meraviglie. Basta dare un’occhiata nei negozi specializzati e su internet per trovare, per esempio, dei contenitori per raccolta differenziata la cui forma ricorda quella delle shopper del supermercato.

Si potrebbe andare avanti ancora tantissimo a parlare delle alternative disponibili sul mercato. Tra queste, citiamo anche i contenitori per la raccolta differenziata a forma di Lego, ideali per un ufficio arredato in ottica eclettica.

Fai attenzione alle stoviglie

Allestire un ufficio significa prevedere anche uno spazio dedicato al consumo dei cibi. Farlo significa, in concreto, dare vita a un piccolo angolo relax. Da non dimenticare, in questa fase, è la scelta delle stoviglie.

Da diversi anni a questa parte, l’attenzione al plastic free ha preso piede e ha permesso a tantissime aziende e designer di dare corpo a progetti molto interessanti relativi alle stoviglie ecologiche. Come si può vedere sul sito ecopiatti.net, chiamarle in causa significa considerare un’ampia gamma di alternative, dai piatti veri e propri fino ai sottobicchieri.

Per quanto riguarda i materiali con cui questi prodotti sono realizzati, si può aprire un capitolo molto ampio. Farlo vuol dire ricordare senza dubbio la carta, ma anche materiali innovativi come le foglie di alcune piante e, in generale, gli scarti di produzione agricola.

Utilizza la stampante il meno possibile

Regola semplice ma che non fa mai male ripetere: per avere un ufficio a basso impatto ambientale, è opportuno utilizzare la stampante il meno possibile!

Dai spazio alle piante

Si potrebbe andare avanti tanto con i consigli dedicati a chi vuole implementare la sostenibilità nel proprio ufficio. Tra queste dritte è possibile citare il fatto di focalizzarsi sulle piante. In questo caso, si può avere a che fare con un equilibrio perfetto tra estetica e attenzione all’ambiente. Esistono infatti diverse piante che aiutano a purificare l’aria. Tra queste, è possibile citare il filodendro, ma anche la melissa e lo spatifillo.

Scegli bene il server

Anche se può sembrare strano a dirsi, pure la scelta del server per il sito web del coworking o della propria attività in generale può contribuire a rendere l’ufficio sostenibile. Esistono infatti numerosi server a emissioni zero, grazie ai quali è possibile minimizzare l’impatto ambientale dell’utilizzo di internet (per rendersi conto della sua entità, ricordiamo che anche una singola mail contribuisce ad aumentarlo).

Utilizza luci a LED

Come forse già sai, l’illuminazione a LED è la soluzione ideale quando si tratta di coniugare risparmio energetico, attenzione all’ambiente (le lampade in questione durano tanto e permettono di minimizzare i rifiuti) e controllo delle spese.

Volantini? Sì, ma in carta riciclata

Concludiamo facendo presente che, se hai intenzione di promuovere la tua attività attraverso materiale cartaceo, la scelta migliore prevede ovviamente il fatto di focalizzarsi su carta riciclata.