La cura del parquet: ecco come si pulisce

La scelta del parquet come pavimento è bella e di grande effetto ma richiede molta accortezza in fatto di pulizia. La cura di questo tipo di pavimentazione risiede in primis nella scelta della giusta quantità di acqua, rispettando passo dopo passo le istruzioni di manutenzione contenute nel certificato di acquisto, dimenticando tutti quei prodotti e detersivi chimici aggressivi che tutto faranno fuorché pulirlo.

Come si pulisce il parquet

Se abbiamo parquet non rovinato, non si deve fare altro che eseguire la classica pulizia per avere delle superfici lucide, brillanti e alla perfezione.

Il parquet va pulito con una soluzione di acqua e aceto di vino bianco. Chi non è favorevole ai rimedi fai da te si possono anche acquistare dei detergenti specifici ma da usare sempre in modo parsimonioso. Sperando che nella scelta del parquet tu abbia consultato degli esperti e preso visione dei campioni di parquet su Parquetsartoriale.com , ecco i nostri consigli :

Prima di usare dell’acqua, è necessario lucidare con l’aspirapolvere oppure con un panno elettrostatico per rimuovere la polvere superflua. Per pulire il parquet vanno seguiti dei semplici passaggi:

  • Togliere la polvere dalla superficie con un panno asciutto elettrostatico o anche con l’aspirapolvere.
  • Lavare le superficie con un panno appena inumidito di una soluzione a base di acqua e aceto.
  • Aprire le finestre e far passare aria per una rapida asciugatura.

Questa è la classica pulizia da applicare al parquet. Come è palese, il parquet, se tenuto in modo maniacale, non va deterso con prodotti particolari come si fa con altri pavimenti, la cosa importante e forse difettosa della pavimentazione in legno è la sensibilità ai graffi e alle striature.

Come si lava il parquet

La pulizia del parquet è una fase sensibile e delicata. Per chi vuol sapere come si pulisce il parquet, la prima cosa da fare è cestinare i detergenti chimici industriali, che risultano molto aggressivi per ogni tipologia di finitura di parquet e che tra l’altro fanno pure male alla salute.

Per le pulizie ordinarie e nello specifico per il lavaggio del parquet, non serve altro che un panno in microfibra da bagnare leggermente con acqua tiepida. Sarà necessario poi strofinarlo adagio sul pavimento e usare giusto un po’ di forza qualora ci sia bisogno di rimuovere eventuali macchie.

Se non ci bastasse la semplice acqua o la soluzione fai da te di acqua e aceto (perché vogliamo un parquet perfetto), si può prendere un panno in microfibra su cui versare giusto qualche goccia di olio essenziale. Gli oli essenziali hanno un potere disinfettante naturale e contribuiscono a infondere un gradevole profumo. Tra gli oli essenziali perfetti per il parquet c’è l’olio di tea tree.

Come si eliminano le macchie del parquet

Se sul parquet ci sono striature che dipendono da scarpe o sedie, si possono rimuovere usando il bicarbonato di sodio. Esso va versato assolutamente sul punto interessato e infine va usato uno spray contenente una soluzione a base di acqua e aceto al 50%. Basterà far agire qualche minuto e strofinare con un panno o una spugnetta per togliere qualunque segno.

Un metodo simile vale per le striature nere e non certo per i graffi! In caso di graffi e rigature la cura di pulizia è completamente differente. Il rimedio del bicarbonato vale dunque per striature dipendenti da sedie nuove, per le macchie provocate dalla plastica o dalla suola (di gomma) delle scarpe.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*